fbpx
  • Incentivi auto ripartono da gennaio 2021, ecco il quadro completo

    Ecoincentivi auto 2021, dal primo gennaio sarà di nuovo possibile acquistare un’auto Euro 6 con un bonus di 3.500 euro.

    La Commissione Bilancio ha approvato l’emendamento che per i primi sei mesi del 2021 (quindi dal 1° gennaio al 30 giugno) applica anche alle auto nuove Euro 6 un vantaggio economico all’acquisto in caso di rottamazione di una vecchia vettura.

    Auto Euro 6

    L’emendamento prevede che in caso di rottamazione di un’auto di almeno dieci anni si ha diritto a un incentivo di 3.500 euro (1.500 di incentivo statale e 2.000 euro di sconto netto del venditore).

    Auto ibride ed elettriche

    Per le auto elettrificate il testo approvato prevede il rifinanziamento di quanto già previsto nei precedenti decreti.

    Piazzale auto

    370 milioni alle auto e 50 ai veicoli commerciali

    Stanziati 250 milioni di euro per gli incentivi all’acquisto di auto Euro 6 fino a giugno 2021.

    Ulteriori 120 milioni di euro sono stati all’elettrico per acquisti fino a tutto dicembre 2021 e 50 milioni di euro ai veicoli commerciali.

    Vantaggi anche per i veicoli commerciali

    Per i primi 6 mesi del 2021 arriva quindi anche un ecoincentivo per il ricambio dei veicoli commerciali.

    Anche nel caso dei commerciali particolare attenzione viene data all’elettrico puro, con 10 milioni destinati ai veicoli a batterie.

    Auto-ruote

    Nuovo limite massimo per la CO2

    Il valore delle emissioni massime di CO2 (dato di omologazione) per accedere al contributo è stato portato a 135 g/km dai precedenti 110 grammi al chilometro.

    Questo per tenere conto dell’incremento dei valori di omologazione relativi alle emissioni, visto che si fa un nuovo passo nell’adozione del protocollo Wltp e dal 1° gennaio il vecchio dato basato sul ciclo di omologazione Nedc andrà in pensione.

    Ecoincentivo tra 3.500 e 10.000 euro

    Per auto con emissioni di CO2 nella fascia 0-60 g/km (elettriche e ibride, principalmente plug-in), è previsto un extrabonus di 2.000 euro in presenza di rottamazione di un’auto immatricolata fino al 31 dicembre 2010, oltre a un pari contributo a carico del venditore.

    Senza rottamazione i contributi dello Stato e del concessionario/casa auto, si dimezzano a 1.000 euro.

    Per le vetture nella fascia tra 61 e 135 g/km, il contributo è previsto solo in presenza di rottamazione e ammonterà a 3.500 euro (1.500 euro dallo Stato e 2.000 euro dalla concessionaria/casa auto).

    Maggiolino ed euro

    Scadenze e limiti di prezzo

    La scadenza è fino a esaurimento fondi, oppure al 30 giugno 2021 per le auto 61-135 g/km di CO2 e al 31 dicembre 2021 per quelle 0-60 g/km di CO2.

    I limiti al prezzo di listino delle auto – compresi accessori ed escluse Iva, Ipt e messa su strada – per avere diritto al contributo sono: 50.000 euro per le 0-60 g/km e 40.000 per le 61-135 g/km.

    Quadro riassuntivo

    • 0-20 g/km senza rottamazione: 6.000 euro (5.000 euro Stato + 1.000 euro concessionario);
    • 0-20 g/km con rottamazione: 10.000 euro (8.000 euro Stato + 2.000 euro concessionario);
    • 21-60 g/km senza rottamazione: 3.500 euro (2.500 euro Stato + 1.000 euro concessionario);
    • 21-60 g/km con rottamazione: 6.500 euro (4.500 euro Stato + 2.000 euro concessionario);
    • 61-135 g/km con rottamazione: 3.500 euro (1.500 euro Stato + 2.000 euro concessionario).

    Clicca qui e leggi l’idea lanciata da Obiettivo Zero Emissioni sull’argomento incentivi auto: Superbonus per il rilancio economico, dopo la casa tocca all’auto.