fbpx
  • Boom di auto elettriche in Europa, numeri da capogiro in Italia, Francia, Germania e Regno Unito

    Continua il boom delle auto elettriche ed elettrificate in tutt’Europa. Mentre il mercato soffre – a causa della pandemia e delle restrizioni che rende necessarie ovunque – l’elettrificazione continua la sua corsa.

    Major Markets in calo, elettrico in crescita

    I cosiddetti Major Markets, cioè i principali mercati europei, sono tutti in calo guardando i numeri generali.

    Soltanto la Germania resiste abbastanza (-3%), mentre il Regno Unito crolla (-27,4%), la Francia lo segue a ruota (-27%), poi la Spagna (-18,7%) e l’Italia (-8,3%) dove sono ancora presenti auto acquistate con gli incentivi degli scorsi mesi.

    In tutti i Major Markets, però, le auto elettriche ed elettrificato sono in crescita.

    Presa di ricarica auto elettrica

    Francia, elettriche pure oltre il 6% del mercato

    Prosegue il continuo ridimensionamento delle motorizzazioni tradizionali, con il benzina al 47,9% (-10,3 p.p.) e il diesel al 31,1% (-2,9 p.p.).

    Forti incrementi di quota si registrano per gli ibridi che, grazie ai 203.126 immatricolazioni, in un anno passano da una quota del 5,6% al 13,9% (di questi, i plug-in arrivano al 4,1% dallo 0,8% dello stesso periodo dello scorso anno).

    Le elettriche, con 90.168 unità, superano il 6% di quota (6,2%) dall’1,9% dello scorso anno.

    Diminuiscono di conseguenza emissioni di CO2 medie dei veicoli immatricolati: nel mese di novembre 2020 registrano 93,0 g/km contro i 110,1 g/km di novembre 2019.

    Regno Unito, crolla il diesel e crescono le elettrificate

    Evidenti le differenze, a novembre, tra l’andamento delle vendite di auto con alimentazione tradizionale (diesel -56,2% e benzina -41,9%) e quello di auto a basso impatto ambientale.

    Nonostante il calo a doppia cifra del mercato, le auto elettrificate segnano risultati più che positivi: MHEV benzina +232,6%, BEV +122,4% e PHEV +76,9%.

    Toyota Prius Plug-in Hybrid

    Germania, volano le elettriche e le plug-in hybrid

    Analizzando le immatricolazioni per alimentazione, si nota il calo a novembre del 25% delle auto diesel (che portano gli 11 mesi a 752.200 con una quota che scende dal 32% al 29%).

    A dir poco ottimo il risultato delle elettriche pure e delle plug-in hybrid.

    Le auto elettriche BEV segnano un +523% e le auto plug-in un +383% con 30.621 unità.

    Peugeot 3008 Plug-in Hybrid ricarica

    Italia, le auto elettrificate valgono il 30% del mercato

    A novembre si registra un’evidente diminuzione delle immatricolazioni di auto a benzina (-37,4%), diesel (-28,4%) e metano (-30,8%), mentre cresce il Gpl (+14,3%).

    Crescono significativamente le ibride mild-hybrid e full-hybrid (+206,7%), le plug-in hybrid crescono nel mese del 403% e le auto esclusivamente elettriche crescono del 350%.

    Le ibride superano così il 23% di quota avvicinandosi rapidamente al 29% del diesel e al 31% del benzina. Le plug-in hybrid valgono il 3,5% del totale
    e le elettriche pure arrivano al 3,4%.

    Nel complesso, quindi, le auto elettrificate (ibride, plug-in ed elettriche) raggiungono il 30% del mercato.