fbpx
  • Mercedes e-Vito, van elettrico per le consegne in città

    Con il nuovo Mercedes eVito la tecnologia elettrica di Mercedes Benz sbarca sui veicoli commerciali ed approda su uno dei van di medie dimensioni più richiesti del mercato.

    Il Mercedes Vito arriva in modalità full electric con un’autonomia capace di raggiungere i 150 km, range che lo rende ideale per le consegne in città. 

    Mercedes eVito a Roma

    LA TECNOLOGIA

    Per la versione elettrica dell’eVito (che è disponibile sia nella declinazione Furgone che Tourer per il trasporto fino a nove passeggeri, clicca qui e leggi l’articolo sulla Mercedes Classe V elettrica), la casa di Stoccarda ha attinto dalle tecnologie già sviluppate.

    Il motore è quello della gamma elettrica EQ, i pacchi batteria sono ripresi dalla versione ibrida plug-in della Classe S e l’architettura è la medesima del nuovo Vito a trazione anteriore.

    In particolare, la capacità delle batterie installate, pari a 41 kWh, assicura un’autonomia di circa 150 chilometri che diventano 100 km in condizione sfavorevoli.

    Il 100% dell’autonomia è inoltre disponibile dopo un tempo di ricarica di sei ore da una wallbox standard con potenza di 7,4 kW..

    La trazione elettrica a batterie eroga 84 kW di potenza e sviluppa una coppia fino a 300 Nm: l’ideale per l’uso urbano.

    Mercedes eVito fiancata con scritta

    Velocità massima su misura

    La velocità massima, invece, può essere adattata alla rispettiva destinazione d’uso.

    Se l’eVito viene impiegato prevalentemente nei centri urbani, una velocità massima di 80 km/h permette di risparmiare energia ed incrementare l’autonomia. In alternativa, è possibile impostare la velocità massima fino a 120 km/h. 

    DIMENSIONI E VERSIONI

    Il van mid-size è disponibile con due diverse varianti di passo: la versione base presenta una lunghezza complessiva di 5.140 millimetri ed un carico utile massimo pari a 1.073 chilogrammi, che lo pongono sullo stesso livello del Vito a propulsione convenzionale.

    La versione extra-long raggiunge, invece, una lunghezza complessiva di 5.370 millimetri. All’interno del vano di carico è possibile trasportare prodotti e merci di vario genere fino a un carico utile di 1.048 chilogrammi, mentre il peso massimo ammesso si attesta su 3.200 chilogrammi.

    Mercedes eVito ruderi Roma

    La versatilità della capacità di carico (compresa tra 6,0 e 6,6 m3) è anche merito della posizione delle batterie, che, essendo installate sotto il veicolo, non limitano in alcun modo il vano di carico e non riducono lo spazio adibito alla collocazione dei pacchi per le consegne. 

    LA STRATEGIA DELLA STELLA 

    Mercedes-Benz ha adottato un nuovo approccio dall’introduzione della strategia eDrive@VANs: la destinazione d’uso diventa ora il fattore chiave nella valutazione dei vari sistemi di propulsione.

    La scelta tra il motore elettrico a batterie o il tradizionale motore a combustione interna dipende, quindi, esclusivamente dalla presenza di presupposti ottimali per una determinata applicazione.

    La gamma di sistemi propulsivi sarà completata a medio termine dalla cella a combustile. Questa strategia comprende, oltre all’elettrificazione della flotta di veicoli, anche la definizione di una soluzione di sistema a 360 gradi per il parco veicoli in questione.

    La consulenza prima della scelta elettrica

    Questo processo comprende, per esempio, la consulenza per la scelta del veicolo, il supporto con strumenti come l’app eVAN Ready o l’analisi complessiva del Total Cost of Ownership.

    Dopo aver fatto il punto della situazione, si passa allo sviluppo condiviso delle soluzioni per risolvere il problema caso per caso, in stretta collaborazione con il cliente, per concludere con una consulenza qualificata, che copre tutti gli aspetti secondari: dalla scelta dei veicoli, all’infrastruttura per la ricarica fino all’upgrade energetico dei singoli siti. 

    L’app ad esempio consente all’utente di verificare se i modelli elettrici a batterie possono essere o meno adatti al proprio parco veicoli attraverso la possibilità di effettuare una serie di test sul tragitto previsto.

    Mercedes eVito su strada

    IL RECUPERO DI ENERGIA

    Il recupero dell’energia consente di aumentare ancora di più l’autonomia. Il potenziale di risparmio effettivo dipende dalla destinazione d’uso (tra cui il carico utile) e dai cicli di marcia.

    Questa forma di recupero dell’energia sviluppa tutto il suo potenziale soprattutto nel traffico cittadino, caratterizzato da numerose fasi di decelerazione.

    Il Mercedes eVito viene proposto con tre programmi di marcia più quattro livelli di recupero dell’energia, che permettono al conducente di ottenere sempre il massimo rendimento dal proprio veicolo, in base a diversi parametri di utilizzo ed allo stile di guida personale.

    LA PARTNERSHIP CON AIRLITE

    In occasione del lancio dell’eVito, la Mercedes ha  nasce una nuova importante partnershi.

    La Mercedes-Benz Italia Vans collabora infatti con la Airlite, brand di AM Technology Srl, società italiana costituita nel 2013, attiva nello studio, produzione, commercializzazione di materiali innovativi e sostenibili.

    La casa di Stoccarda amplia così la visione della mobilità del futuro. La cooperazione con il brand Airlite che, attraverso una nuova tecnologia 100% naturale, produce e commercializza pittura murale architettonica in grado eliminare batteri e purificare l’aria riducendo CO2 e NOx, ne è un’ottima rappresentazione

    La Mercedes-Benz Vans, per ogni eVito acquistato doterà l’acquirente di una confezione di pittura murale Airlite che potrà essere utilizzata in diversi modi a seconda delle necessità dei clienti. 

  • Mercedes prepara il van elettrico Classe V

    La Mercedes presenterà a breve la Mercedes EQV concept, studio di una versione elettrica della Mercedes Classe V, ovvero il van per trasporto passeggeri più diffuso al mondo, in particolare come VIP shuttle.

    L’elettrico si prepara quindi a prendere la navetta. E lo farà sotto una buona Stella.

    Il van è lo strumento principe per gli NCC o quegli alberghi che forniscono un servizio di cortesia ai propri ospiti in arrivo o in partenza. Chi infatti non ha mai visto un Mercedes Classe V verniciato in nero e con i cristalli oscurati fuori da hotel di lusso, gli aeroporti o all’uscita dalle grandi navi da crociera?

    Si tratta di mezzi che fanno da navetta verso le città, i punti di interesse e i centri commerciali, portando piccoli gruppi di turisti proprio dove la mobilità è più concentrata e resa difficoltosa dalle sempre più stringenti regole di accesso.

    Ecco perché, in attesa della guida autonoma, un mezzo elettrico a guida umana rappresenta sicuramente una prospettiva di mercato interessante, soprattutto per i marchi che possiedono per questi veicoli sia la vocazione industriale sia il prestigio. Èproprio il caso di Mercedes e dell’EQV che così entrerebbe a far parte della famiglia di mezzi elettrici EQ per i quali la casa di Stoccarda sta investendo 10 miliardi di euro per almeno altrettanti modelli attesi al debutto entro il 2022.

    Sbaglia tuttavia chi pensa che la EQV altro non sarà che la variante passeggeri della Mercedes eVito, a sua volta versione a batteria del famoso mezzo commerciale che con la Classe V condivide buona parte della base tecnica, ma con obiettivi, clientele e posizionamento completamente diversi, soprattutto da quando la Mercedes ha interrotto la produzione della Classe R, un grande monovolume rimasto in produzione dal 2005 al 2013, affidando di fatto alla V il ruolo di mezzo multiruolo sia per le famiglie sia per scopi professionali. La differenza si vedrà ancora di più sull’estetica e sulla scheda tecnica delle rispettive versioni ad emissioni zero.

    Se infatti l’eVito non è diverso dal Vito con il tubo di scarico, la EQV avrà alcune caratteristiche tipiche già viste sulla EQC ovvero la parte frontale in nero lucido con la calandra Mercedes più piatta e una diversa firma luminosa per i fari.

    L’e-Vito ha un motore da 84 kW e una batteria da 41 kWh, sufficiente per appena 150 km.

    L’EQV avrà invece un motore da almeno 100 kW e una batteria da almeno 100 kWh di capacità, sufficiente per assicurare una percorrenza, tra una ricarica e l’altra, di 400 km.

    Dunque sarà un van Mercedes a tutti gli effetti capace di offrire un servizio senza pause, senza problemi di accesso anche nei giorni di fermo del traffico e con maggiore comfort, prestigio ed elevati contenuti di immagine.

    Il target del van elettrico tedesco saranno gli operatori con la clientela più qualificata, in particolare quella che trova gratificante la fruizione di un mezzo a basso impatto ambientale. L’EQV concept sarà mostrato al Salone di Ginevra e l’arrivo sul mercato è atteso non prima del 2021.