fbpx
  • La cassetta postale diventa smart e monitora la qualità dell’aria. Wiseair con Poste Italiane dopo il vaso Arianna con Toyota

    La rivoluzione smart della cassetta postale di Poste Italiane parte dall’ambiente e inizia da Milano.

    Nel capoluogo lombardo sono state installate le prime cassette “smart” capaci di fornire informazioni ai cittadini sul loro Comune o sui principali dati ambientali, come temperatura, umidità, polveri sottili.

    Milano è la prima città in Italia ad ospitare le nuove cassette: al momento sono state posizionate in via Cordusio, piazza Duomo e via Orefici.

    Cassetta postale smart display

    La cassetta si rinnova dopo sessant’anni

    Dotate di uno schermo ad ‘e-ink’, simile a quello che si trova sugli e-reader, oltre a veicolare le informazioni utili per i cittadini sul loro comune di appartenenza, sono anche dotate di sensori che rilevano la presenza della corrispondenza all’interno e consentono a Poste di ottimizzare la fase di ritiro, riducendo l’impatto ambientale.

    Nel 2021, a sessanta anni di età, la cassetta postale viene rinnovata.

    Il tutto mantenendo l’iconica forma del passato  e quel colore rosso che dal 1961 contraddistingue le cassette postali. 

    La cassetta del prossimo decennio non è più solo uno strumento passivo dove il cliente imbuca la corrispondenza.

    Ma diventa uno strumento ‘parlante’ sempre connesso con internet – ha spiegato Gabriele Marocchi, responsabile Ingegneria di Poste Italiane nel corso della presentazione.

    Cassetta postale smart persona imbuca lettera

    Ancora Wiseair

    Poste Italiane ha scelto Wiseair per diffondere i dati sulla qualità dell’aria provenienti da sensori a basso costo su centinaia di cassette postali intelligenti in tutta Italia.

    La giovane start-up ha ideato anche Arianna, il vaso da balcone intelligente che tiene sotto controllo la qualità dell’aria e lo smog urbano, oggetto di un progetto di monitoraggio avviato di recente nella Capitale insieme alla Toyota. 

    Clicca qui e leggi Wiseair, il vaso smart da balcone che monitora la qualità dell’aria.

    Nelle prossime settimane saranno installate nuove cassette digitali a Milano.

    ‘’Attraverso un processo di continua evoluzione, stiamo finalmente creando valore come piattaforma di monitoraggio ambientale, con il nostro know-how costruito sul campo, lavorando insieme a comunità di cittadini e amministrazioni pubbliche – ha commentato Paolo Barbato, ceo e co-fondatore di Wiseair”.

    Cassetta postale smart con postina mascherina

    Il sensore Arianna, diventa la piattaforma ido.

    “Ringrazio Poste Italiane per la fiducia, e per la capacità e il coraggio di innovare in un settore così importante come la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente’’.

    In tutta Italia

    Le cassette smart a Milano saranno in Piazza Duca D’Aosta, 1, Via Alberico Albricci, 8, Via Alfredo Cappellini, 19, Via dell’Orso 9, Foro Bonaparte, 71, Via Tonale, 10, Piazza Argentina, 4 per arrivare in questa prima fase ad un totale di 46 cassette totali nella città di Milano, hanno annunciato da Poste.

    Milano è solo il primo passo: le cassette smart – pronte a monitorare lo stato dell’ambiente per una comunicazione più diretta e trasparente ai cittadini – sbarcheranno in tutta Italia. 

    Cassette postali smart e tradizionali

    In questa prima fase a Milano saranno installate 46 cassette smart e nuove installazioni ci saranno anche a Torino, Roma, Napoli per un totale di 100 nuove cassette.

    Saranno 12.000 nel 2022

    Nel 2022 saranno incrementati i numeri fino a raggiungere 12 mila cassette sul territorio italiano – ha aggiunto Marocchi.

    Su tutto il territorio nazionale ci sono circa 40 mila cassette che avranno nel tempo una rivisitazione verso quello che è la cassetta smart, con un percosso che ci vedrà impegnati fino al 2022 con la sostituzione di un buon numero del parco cassette”.

    Cassetta postale smart Poste Italiane con postina

    Nei comuni sotto i 5mila abitanti, hanno evidenziato dalla società, non avranno lo schermo ma saranno comunque smart.

    Monitoraggio ambientale

    Il monitoraggio ambientale è uno degli strumenti più importanti per poter decidere e adottare misure realmente efficaci di riduzione dell’inquinamento.

    Clicca qui e leggi Zaino Dyson che misura la qualità dell’aria, dall’esperimento nel lockdown al grande progetto di Londra.

  • Wiseair Arianna, il vaso smart da balcone che misura la qualità dell’aria

    Wiseair Arianna è un vaso per piante da balcone. Ma non è un vaso qualsiasi, grazie ai suoi sensori misura la qualità dell’aria e fa di ogni pianta un punto di monitoraggio.

    La Toyota a Roma ha sviluppato proprio insieme a Wiseair un progetto rivolto ai cittadini che vivono il territorio, dandogli la possibilità di essere ambasciatori green della propria città. 

    Il progetto della Toyota Italia con Wiseair è finalizzato al monitoraggio della qualità dell’aria della Capitale, con l’aiuto di 20 romani che avranno modo di tenere sotto controllo i parametri dell’inquinamento in città. 

    Wiseair Arianna Toyota

    Roma aria pulita

    Nell’ambito dell’iniziativa Roma Aria Pulita, la giovane StartUp, grazie al supporto di Toyota, distribuisce un esemplare di Arianna, il vaso da balcone intelligente che tiene sotto controllo la qualità dell’aria e lo smog urbano. 

    Dopo essersi candidati attraverso il sito www.romaariapulita.it, ai cittadini viene sottoposto un breve questionario: i più meritevoli hanno modo di monitorare in maniera autonoma ed in tempo reale la qualità dell’aria che respirano. 

    Toyota e Wiseair

    Toyota dimostra il suo impegno nei confronti delle comunità locali supportando Wiseair, la giovane start-up che ha ideato il vaso smart da balcone Arianna.

    Wiseair logo

    Attraverso la donazione dei primi 20 vasi Arianna ai romani la Toyota apre una strada che permette direttamente ai cittadini di contribuire a combattere l’inquinamento ambientale nella città.

    Questo grazie ad uno strumento innovativo che promuove il coinvolgimento diretto e consapevole di tutti.

    Wiseair Arianna balcone

    La Toyota va così al di là del solo sviluppo di forme di mobilità più sostenibili e contribuisce ad aumentare la consapevolezza e lo stimolo di comportamenti responsabili da parte delle persone.

    ‘Non si può migliorare quello che non si può misurare.

    Dichiara Donato Santoro, responsabile dell’area Innovation di Toyota Financial Services Italia, che aggiunge: “L’idea di conoscere in modo puntuale la qualità dell’aria che respiriamo è un’idea di sostenibilità assolutamente vicina ai valori ed alla Vision Toyota, che attraverso la leadership nell’elettrificazione, punta ad offrire sempre soluzioni sostenibili e all’avanguardia”.

    Wiseair Arianna parapetto balcone

    Open innovation

    A ancora: “Guardiamo con interesse al mondo delle Start-up con un approccio orientato alla collaborazione, al confronto ed alla condivisione di idee che è una parte importante della nostra strategia di Open innovation’’.

    Come funziona il vaso Arianna

    Wiseair Arianna è un vaso da balcone che monitora l’inquinamento atmosferico delle città in tempo reale.

    Wiseair Arianna come funziona

    Questo avviene grazie a dei fori che aspirano l’aria esterna e la conducono a sensori in grado di rilevare PM 2,5 e PM 10 (i due inquinanti più dannosi per la salute).

    App e pannelli solari

    Grazie a un piccolo pannello solare il suo funzionamento è completamente autonomo e in grado di inviare i dati raccolti al Wi-Fi di casa attraverso l’apposita app per dispositivi mobili sviluppata da Wiseair.