fbpx

Terre rare e altri materiali critici, Fabio Orecchini in diretta a Eta Beta di Rai Radio1

Le terre rare e gli altri materiali critici per la transizione ecologica e digitale sono protagonisti della trasmissione Eta Beta di Rai Radio 1 di oggi 15 maggio 2021.

Sono ospite in diretta della puntata, ascoltabile quando si vuole su Raiplay radio, per trattare un tema a molti poco noto.

Clicca qui oppure sull’immagine qui sotto e ascolta la puntata su Raiplay Radio1, venti minuti in tutto per saperne di più su una delle frontiere più importanti per il nostro futuro.

Rai Radio 1 Eta Beta

Per lo sviluppo di tutte le tecnologie protagoniste della nostra vita digitale e della rivoluzione ecologica c’è bisogno di materiali che devono essere entrati, trattati, industrializzati e poi – necessariamente – recuperati.

Il nostro smartphone è una specie di miniera tascabile, come lo è la nostra automobile attuale e lo sarà ancora di più quella elettrica ed elettrificata.

Lo schermo non si accende senza terre rare, lo stesso vale per la rete internet a fibra ottica, che ne è strettamente dipendente, oppure il laser o le lampade Led.

Terre Rare e tecnologie

Dal litio, che come ovvio è fondamentale per le batterie di nuova generazione di tutti i nostri apparati elettronici mobili e per le auto elettriche e a idrogeno, passando per il nichel, il cobalto, il manganese e ben 16 delle 17 terre rare presenti sulla superficie terrestre, tutti questi materiali sono essenziali per le tecnologie che utilizziamo ogni giorno e quelle che useremo nei prossimi decenni.

Sapete qualte terre rare ci sono nel vostro smartphone? E in un aereo da caccia americano F-35?

Rai Radio 1 Eta Beta logo

Nella puntata di Rai Radio 1 Eta Beta fornisco le risposte a questi semplici quesiti.

E indico chiaramente la strada per l’Europa e per l’intero pianeta per trovare una via d’uscita dalla trappola ambientale nella quale ci siamo cacciati che non provochi danni mentre fornisce apparenti soluzioni.

Clicca qui e leggi l’articolo con VIDEO Litio, cobalto e terre rare: ecco le quantità presenti nelle batterie.